Terapie Rieducative

RIEDUCAZIONE DEI DISTURBI MOTORI SENSITIVI A MINOR DISABILITA'

La rieducazione motoria e’ una tecnica fisioterapica che mira a ristabilire la normale funzionalità muscolare ed articolare. È indispensabile, oltre che nelle patologie a carattere degenerativo/neuro motorie , in particolare negli interventi chirurgici, sia come preparazione ad esso che, in seguito, come riabilitazione. La rieducazione, inoltre, assume un ruolo sempre più importante in campo preventivo e sportivo. E' rivolta a pazienti con problemi di tipo ortopedico per il recupero delle abilità motorie: mobilità – stabilità – forza attraverso esercizi attivi e passivi proposti da un fisioterapista.

La rieducazione motoria (cinesiterapia passiva o attiva-assistita) viene utilizzata, individualmente o in gruppo, mediante esercizi attivi, passivi o strumentali, con lo scopo di modificare l'esecuzione del movimento nel caso in cui sussistano danni a livello del sistema nervoso centrale (sistema di controllo del movimento) o dell'apparato osteo-mioarticolare (sistema effettore del movimento). Durante l’esecuzione degli esercizi si possono usare degli ausili che facilitano il movimento o lo rendono più impegnativo, a seconda dello scopo che vogliamo raggiungere (elastici, bastoni, carrucole, tappetini, palloni,cyclette, tapis-roulant, etc.).

La cinesiterapia passiva è la mobilizzazione di un segmento corporeo senza partecipazione da parte del paziente che la subisce; in questo caso la mobilizzazione viene effettuata o dal fisioterapista oppure con l’ausilio di apparecchiature meccaniche adeguatamente programmate in un range di ampiezza prestabilito dall’operatore.

La cinesiterapia attiva-assistita è la mobilizzazione attiva di un segmento corporeo da parte del paziente che mette in pratica le indicazioni del fisioterapista il quale lo assiste coordinando la sequenza dei gesti motori e correggendo eventuali imperfezioni secondo procedure finalizzate a portare il soggetto affetto da menomazioni a migliorare la sua disabilità.

Indicazioni: in tutti quei casi ove sia necessario un recupero muscolare, articolare o delle capacità di controllo del movimento

I vantaggi di questa applicazione sono quelli di facilitare gli stimoli, ottenere il rilasciamento e migliorare la risposta muscolare nella stabilizzazione articolare, prevenire il danno funzionale, recuperare la funzione motoria e ottenere un miglioramento del ritorno venoso. I possibili inconvenienti (peraltro molto rari) sono rappresentati da episodi di sofferenza neurovegetativa (nausea, vertigini, sbalzi pressori), da un aggravamento della sintomatologia dolorosa, da una scarsa tollerabilità individuale agli esercizi.

 

FISIO SpA | via Nizza 218 - 10126 Torino (TO)
011 663 59 00 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
REA: TO-603790 - C.F. 02275120109 - P.IVA 03948900018
I bilanci della nostra società sono consultabili sul sito della Camera di Commercio

Privacy Policy - Cookie Policy - Credits: Mediafactory Web Agency Torino

Seguici su